cookie

Translate

domenica 4 dicembre 2011

25/12/2008

Egregio direttore, leggo la Gazzetta e in prima pagina trovo il titolo: "Droga, il vero cancro della città". Il nostro super-sindaco Vignali l' ha sparata grossa, soprattutto non sapendo di cosa parla e di come parlarne.
Il primo cittadino parmigiano parla della droga come cancro, un fenomeno che si diffonde autonomamente. Ciò che sta rendendo la droga così permeabile nella società è invece la campagna che se ne sta facendo contro, esattamente come ha fatto il sindaco. A questo proposito è utile ricordare due studi sulle conseguenze delle pubblicità "progresso" contro le droghe. Si tratta di due ricerche condotte negli USA e in Australia, dalla università della Pennsylvania e dai ricercatori della University of Western Australia ( quest' ultimo studio è stato anche pubblicato sulla rivista "Prevention Science"). Entrambe le ricerche concludono che la maggiore esposizione a questi spot, conduce ad una maggiore probabilità di avvicinamento alle sostanze illegali.
Altro fattore di diffusione della droga è la sua proibizione. Non essendoci controllo sociale sulle sostanze, chiunque in qualunque momento, può avvicinarsi alle sostanze proibite. L' unica soluzione è la regolamentazione e il sindaco dovrebbe prendere in considerazione l' idea.

Nessun commento:

Posta un commento