cookie

Translate

sabato 3 dicembre 2011

18/12/2006

Egregio direttore, in merito alla lettera scritta dalla federazione dei democristiani, colgo l' occasione per portare alla luce questioni importanti che dovranno essere prese in considerazione dal futuro sindaco della nostra amata città. Le riflessioni riguardano il traffico cittadino e la viabilità, l' inceneritore, la possibilità di sviluppo di fonti alternative di energia per il bisogno cittadino (enia dovrebbe essere ancora in parte in mano al comune), la prostituzione.
I merito alla viabilità, sebbene gli sforzi compiuti dalla amministrazione comunale siano stati ingenti ed abbiano portato risultati notevoli quale ad esempio il completamento della tangenziale, altri sforzi sembrano avere portato risultati dai dubbi vantaggi. Mi riferisco alle numerose rotatorie cittadine che hanno si migliorato la viabilità dei mezzi privati, ma contemporaneamente hanno aumentato la congestione del traffico, l' aumento dello smog prodotto, il peggioramento del servizio pubblico causato dalle numerose congestioni, dovute dal aumento del numero di macchine in circolazione, che affliggono la nostra piccola città. A questo proposito la giunta ha pensato di risolvere il problema con la progettazione di una metropolitana leggera; mi domando se non sia una spesa eccessiva. Perchè non risolvere il problema attraverso il ripristino di una rete tramviaria provinciale in superficie e la chiusura definitiva di strade ai mezzi privati? Si migliorerebbe l' acceso alla città dalla provincia diminuendo il traffico provinciale, ciò si ripercuoterebbe positivamente sulla viabilità cittadina e i mezzi pubblici risulterebbero più efficenti con la chiusura delle strade alle automobili private.
Perchè si parla ancora di inceneritore quando dallla costruzione di un simile impianto ne deriverebbe un peggioramento della qualità ambientale e della salute dei cittadini? Perchè non si pensa alla costruzioe di impianti di riciclaggio anche per altri materiali oltre carta, plastica, vetro e materiali organici? In oltre; perchè non sfruttare la centrale di compostaggio del comune per avviare un progetto di fornitura elettrica dalla produzione di etanolo ottenibile dagli scarti organici? Perchè non si pensa alla progettazione di una centrale a fusione nucleare sul modello della prima centrale al mondo del genere in costruzione in Francia?
Riguardo al problema prostituzione: per quale motivo non si pensa alla edificazione di un quartiere a luci rosse nella nostra città gestito dal comune? Ho letto che si voleva affrontare il problema con delle semplici telecamere: non può essere considerata una misura adatta ad affrontare il problema; poichè la prostituzione in Italia è legale ed è illegale lo sfruttamento della prostituzione, la soluzione di un quartiere a luci rosse gestito dal comune potrebbe essere una soluzione per garantire maggiore sicurezza alla cittadinanza, maggiori controlli e, perchè no, maggiori entrate attraverso l' obbligo di denuncia dei redditi per le "speciali" lavoratrici della nuova zona cittadina.

Nessun commento:

Posta un commento