cookie

Translate

sabato 4 febbraio 2012

ITALIA - Dpa. Gonella e Corleone: cambiare dirigenza

Come non condividere un appello che ho già lanciato e al quale ho già personalmente scritto al primo ministro e al ministro con delega sulle tossicodipendenze?

Questa volta la voce non è mia, ma la condivido in pieno. A me non ascolta nessuno speriamo ascolino loro.
 
La situazione delle carceri italiane e' sempre piu' grave e fatte le nuove nomine al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria si metta mano a quello antidroga 'il cui capo e' responsabile della svolta repressiva che ha portato in cella tanti tossicodipendenti'. A sottolinearlo sono Patrizio Gonnella, presidente dell'associazione Antigone, e Franco Corleone, coordinatore dei garanti per i detenuti.
"La situazione nelle carceri e' tragica. Ieri altri due morti suicidi - dicono Gonnella e Corleone - Le nuove nomine al Dap, di esperienza, apertura e grande professionalita', speriamo portino a una stagione di riforme coraggiose nel segno della Costituzione'. Secondo Gonnella e Corleone 'vanno rilanciate, infatti, le misure alternative e va contrastata ogni forma di violenza'. Inoltre, dicono 'l'affollamento penitenziario va combattuto non con l'edilizia ma cambiando le leggi sulla recidiva e le droghe. A tal fine e' necessario anche un cambio al dipartimento per le politiche antidroga, il cui attuale capo tanta responsabilita' ha avuto nell'aver creato le premesse di una svolta repressiva sulle droghe'. 'Ci attendiamo dal ministro della giustizia - concludono - provvedimenti governativi diretti a istituire il garante dei detenuti e a introdurre il crimine di tortura nel codice penale'.

Dpa. Gonella e Corleone: cambiare dirigenza

Nessun commento:

Posta un commento