cookie

Translate

domenica 4 dicembre 2011

30/10/2007

Egregio direttore, il problema della "sicurezza", riguarda tutti i cittadini, non solo il sindaco. Il sindaco Vignali richiede maggiori "poteri" per rassicurare i cittadini, ma alcune delle leggi in vigore, riguardanti almeno due dei problemi citati dal sindaco (droga e prostituzione) potrebbero essere in parte risolvibili già ora; basterebbe la buona volontà, altro che poteri. Il problema droga non lo si risolve, ad esempio, spostando il sert dal centro della città alla periferia; perchè non si avanza la proposta di istituire narcosale per tutelare prima di tutto i cittadini che rischiano di trovarsi siringhe per strada? Per un simile provvedimento non è neccessario che i "poteri" del sindaco "aumentino". Perchè non discutere con la procura la possibilità di aprire coffeshop comunali per evitare lo spaccio nei parchi pubblici? Se sono stati assolti dei coltivatori di canapa con la Fini-Giovanardi, allora tutto è possibile. Perchè non aprire un quartiere a luci rosse come in Olanda per delimitare il fenomeno prostituzione? Ciò si può fare senza chiamare in causa nuovi poteri. Tutti questi provvedimenti risponderebbero, inoltre, alla esigenza di fare cassa del comune; tutte queste attività, potrebbero infatti generare nuove fonti di finanziamento per il comune.
Se Vignali vuole i poteri di superman non è a Italia Uno che deve rivolgersi.

Nessun commento:

Posta un commento