cookie

Translate

lunedì 3 febbraio 2014

CANNABIS: a che punto siamo? - Incontro pubblico

Alla luce del vivace dibattito sulla modifica del testo unico sugli stupefacenti, si terrà venerdì 7 Febbraio alle ore 17.00 presso il circolo Zerbini a Parma un' incontro pubblico dal titolo: "Cannabis: a che punto siamo? Contributo al dibattito sulla legalizzazione in Italia"

L' incontro è organizzato dal "Canapaio Ducale". L' iniziativa si inserisce nel contesto delle manifestazioni che stanno scuotendo l' Italia riguardo al discorso economico, giuridico e medico che riguarda la cannabis e il superamento della Fini-Giovanardi, in attesa del parere di costituzionalità della Consulta del 11 Febbraio.

L'interesse attivo a riguardo non è una scelta di schieramenti, ma diffusione di una giusta e corretta informazione, che tocca soprattutto chi non assume la sostanza.

Introduce:
- Giorgio Gatti, portavoce ASCIA, che illustrerà l' analisi condotta sulla economicità di politiche tolleranti nei confronti della cannabis;

Interviene:
- Silvio Viale, Dottore Ginecologo, consigliere comunale Radicale di Torino eletto nelle liste del PD, primo firmatario dell' ordine del giorno che invita la Regione Piemonte a concedere l'utilizzo di farmaci a base di cannabinolo e che invita anche il ministero della Sanita' ad autorizzare la produzione di tali farmaci, sia su base naturale, sia su base sintetica, che attualmente possono solo essere importati;

- Fabrizio Dentini, autore del libro "canapa medica:Viaggio nel pianeta del farmaco "proibito", che parlerà degli effetti medici della canapa;

- Rocco Caccavari, dottore di Parma che ha ricoperto il ruolo di Primo responsabile nel 1976 del Servizio per le Tossicodipendenze di Parma dopo la legge 685/75. Primario di Medicina interna, ha collaborato per molti anni con il Ministero dell'Interno e della Sanità in qualità di consulente e presidente dell'ass. Mario Savini.

L' iniziativa è volta alla raccolta firme per sottoscrivere una petizione popolare per la legalizzazione della cannabis che sarà presentata al consiglio comunale di Parma.

Nessun commento:

Posta un commento