cookie

Translate

mercoledì 20 marzo 2013

U.E. - Narcotraffico maggiore business malavita. Europol

Il traffico internazionale di stupefacenti rimane la piu' grande attivita' della malavita in Europa, dove operano circa 3.600 organizzazioni criminali, con quelle specializzate in contrabbando di stupefacenti che importano fino a 124 tonnellate di cocaina ogni anno. L'allarme e' contenuto nell'ultimo rapporto dell'Europol, ''Serious and Organised Crime Threat Assessment'', reso pubblico oggi dal quartier generale dell'Aia. La cannabis resta lo stupefacenti preferito, con 23 milioni di consumatori in tutto il Continente per un mercato che vale 1.300 tonnellate di hashish e 1.200 tonnellate di erba ogni anno. La cocaina resta al secondo posto con 4 milioni di consumatori che consumano 124 tonnellate annualmente. Il rapporto di 46 pagine, che l'Europol definisce il piu' dettagliato studio mai effettuato sul crimine organizzato, evidenzia anche l'arrivo di una nuova ondata di bande, alimentate dalla crisi finanziaria e dagli illeciti che e' possibile commettere online. ''Questi gruppi non sono piu' definibili per la loro nazionalita' o attivita', ma per la loro abilita' di operare su base internazionale, con l'unico obiettivo di massimizzare i profitti e minimizzare i rischi'', ha detto il capo dell'Europol, Rob Wainwright. ''Sono l'incarnazione della nostra nuovo societa' globalizzata''. La crisi economica ha per esempio spinto alcune organizzazioni a passare dal traffico di beni di lusso contraffatti ai beni di consumo di tutti i giorni, come il cibo, i detergenti, i cosmetici e i farmaci. E ha contribuito all'incremento della tratta di esseri umani, visto che la domanda di prodotti e servizi piu' economici ha causato l'espansione dell'economia in nero in cui il lavoro degli immigrati viene particolarmente sfruttato. Il rapporto dell'Europol verra' inviato ai 27 paesi membri della Ue, affinche' possano stabilire le strategie di contrasto alla criminalita' organizzata per i prossimi quattro anni.

U.E. - Narcotraffico maggiore business malavita. Europol 

Nessun commento:

Posta un commento