cookie

Translate

martedì 23 ottobre 2012

Lei e i choosy

Cara Ministro Fornero,

E' un "giovane" che le scrive, uno di quelli che non dovrebbe fare il difficile e guardare un posto dall' interno.

E' un pò comodo da parte sua, per usare un' eufemismo, perchè sarei tentato di usare un linguaggio molto meno formale, dire di prendere un posto di lavoro e guardarlo da dentro, per diverse ragioni. La prima, è che NON C'E' lavoro da guardare "da dentro". Sono molti i ragazzi che vedono passare anche tutto il periodo della disoccupazione senza riuscire a trovare nulla.

Un altra ragione per la quale sento una forte rabbia, ogni volta che qualcuno della vostra classe politica parla di giovani, è che a voi dei giovani non vi interessa nulla. Ancor di più perchè non hanno il minimo sincero interesse nell' ascoltarci! Troppo attaccati alla poltrona per rischiare!

Da anni mi batto per un argomento che davvero creerebbe posti di lavoro. Prima ancora che lei possa iniziare ad avanzare "moralismi" sull' uso di cannabis, vorrei che lei, con la sua conoscenza della lingua inglese, prendese visione di questo servizio passato alla CBS domenica al programma "60 Minutes" negli Stati Uniti.

Medical Marijuana: Will Colorado's "green rush" last?

Lei è il ministo del lavoro, ma di lavoro al momento è stata incapace di crearne.
Vuole fare qualche cosa? Allora crei posti di lavoro nell' agricoltura e nel terziario, come è avvenuto in Colorado. Chi è contrario a queste politiche? Solo la generazione che al momento ha in mano le nostre vite e che ci sta falciando il futuro. E non mi venga a dire che "la droga" non è una soluzione o qualche altro discorso ipocrita che potrebbe venire dalla bocca di un Giovanni Serpelloni che del proibizionismo ha fatto il suo lavoro e, come ben si vede, da buon studente di un politico di vecchia data come Giovanardi, accanitamente attaccato alla sua poltrona nonostante il fallimento. Dove è la meritocrazia? Se una persona ha fallito, deve andare a casa!

Sono anni che mi occupo di questo tema e sono anni che VOI politici avete fallito e per interesse VOSTRO, non al fine di diminuire la diffusione di stupefacenti, che di fatto sono ancora più diffusi di un tempo . Ma ci sono dei giovani che possono opporsi? Ci sono delle voci che possano dire è ora di cambiare politica? Credo di parlare a nome di molti (se, stando ad un sondaggio avvenuto in diretta lo scorso anno, durante un programma di Santoro, l' 80% dei votanti si disse favorevole ad una legalizzazione della cannabis) quando dico che la cannabis andrebbe legalizzata, legalizzata la produzione, la vendita e il consumo. Questo creerebbe si posti di lavoro dal nulla. Creerebbe nuove tasse che permetterebbero tagli sulle tasse del lavoro dipendente, risparmi sulle carceri, risparmi sulla giustizia (evitando processi inutili e costosi a persone incensurate prese per pochi grammi di sostanze), un migliore impego delle forze dell' ordine, un più efficace contrasto alla malavita andando a toccare il loro core business; in più diminuirebbe la diffusione di stupefacenti! L' esempio del Colorado, dimostra come davvero si potrebbe creare un miracolo economico e sociale. Siete davvero interessati al bene dell' Italia?

Non credo che leggerà mai questa e-mail, ma se davvero lei volesse fare qualche cosa per i giovani, inizi ad ascoltarli. Inizi a dare voce ai giovani e la smetta di fare sermoni A noi, lei sfida la nostra sensibilità; siamo capaci di esprimerci. Inizi a parlare PER noi.

Nessun commento:

Posta un commento